Contributi alle imprese per percorsi di alternanza scuola-lavoro 2019

La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento alla luce dell’istituzione del Registro nazionale per l’alternanza Scuola-Lavoro e considerate le competenze degli Enti camerali in materia di orientamento al lavoro, per facilitare l’incontro domanda-offerta, promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro e incentivare l’inserimento di giovani studenti in tali percorsi, ha pubblicato un bando per l’assegnazione di un contributo  alle imprese coinvolte in tali progetti.

Possono presentare domanda per ottenere i contributi le imprese che rispondano ai seguenti requisiti:

  • essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio I.A.A. di Trento, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • avere sede legale e/o unità locale in provincia di Trento;
  • non essere sottoposte a procedure concorsuali o a liquidazione e non trovarsi in stato di difficoltà;
  • essere iscritte al Registro nazionale alternanza Scuola-Lavoro (http://scuolalavoro.registroimprese.it) o che effettuino, l’iscrizione entro il 30/09/2019;
  • non avere già beneficiato di altri contributi pubblici sui medesimi interventi agevolati;
  • aver regolarmente assolto gli obblighi contributivi previdenziali e assistenziali (DURC regolare);
  • non essere fornitrici di beni e/o servizi, anche a titolo gratuito, con la C.C.I.A.A. di Trento.

Sono ammessi ad agevolazione i percorsi di alternanza scuola-lavoro effettuati e conclusi nel periodo compreso fra il 01/09/2018 e il 31/08/2019 con durata minima di 40 ore.

L’agevolazione prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto modulato come segue:

  • € 700,00 per il coinvolgimento fino a 2 studenti.
  • € 1.500,00 per il coinvolgimento da 3 o più studenti.

Le domande di contributo, dovranno essere inviate nel periodo dal 06/05/2019 al 31/05/2019.

Il contributo verrà concesso in ordine cronologico di presentazione della domanda, dando precedenza alle imprese che non hanno usufruito di entrambi i contribuiti erogati con i due precedenti bandi (2017 e 2018).

Le imprese che invece hanno già beneficiato del contributo per i due precedenti bandi (2017 e 2018) verranno prese in considerazione in coda alle prime due casistiche fino a totale esaurimento delle risorse.

Alla luce di questo importante contributo lo Studio resta a completa disposizione per ulteriori chiarimenti e indicazioni.