Questo sito usa cookies per fini statistici e tecnici, cliccando "ACCETTO" o continuando la navigazione si accettano i cookies usati da parte del sito e da terze parti

ACCETTO

policy cookie statistico google analytics
Studio A.L.B. - Ultime Novità  dallo Studio

Visto:85837 volte
Analisi d'Impresa - Consulenza Aziendale - Strategia - Supporto per Startup

Ultime Novità  dallo Studio

Pagina 1 di 37  > >>

18.04.2016

Importante ricordarsi del rendiconto per il 5 per mille;

I soggetti che ricevono il contributo del 5‰ IRPEF devono redigere entro 1 anno dal percepimento, un apposito rendiconto nel quale va riportato, in modo “chiaro e trasparente”, anche a mezzo di una relazione illustrativa, l’effettivo impiego dell’importo ricevuto. In merito si rammenta che, in base a quanto previsto dall’art. 12, DPCM 23.4.2010:

  • tutti i soggetti devono redigere e conservare tale documentazione per 10 anni;
  • il rendiconto con la relativa relazione deve essere inviato:

- soltanto se l’importo percepito è pari o superiore a € 20.000

- al Ministero competente all’erogazione delle somme;

- entro 30 giorni dal termine per la redazione del rendiconto stesso.

Gli enti che percepiscono un importo inferiore a € 20.000 sono tenuti a redigere e conservare (per 10 anni) il rendiconto, ma non hanno l’obbligo di presentarlo.  Gli enti del volontariato devono trasmettere il rendiconto e la relazione illustrativa al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali . All’indirizzo: http://www.lavoro.gov.it/strumenti-e-servizi/Modulistica/Documents/Modello-rendiconto-5-per-mille.pdf è disponibile il modello per la redazione del rendiconto da parte degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche che dovrà essere inviato all’Ufficio competente utilizzando la posta elettronica ovvero la posta elettronica certificata (PEC) del rappresentante legale. La Finanziaria 2015 ha previsto l’emanazione di un apposito decreto per la definizione delle modalità di redazione del rendiconto, ad oggi non ancora disponibile.


21.03.2016

Adempimento annuale di comunicazione dei quantitativi di carburante erogato

Si ricorda alle ditte interessate che ENTRO IL PROSSIMO 31 MARZO dovrà essere effettuata la comunicazione alla Provincia Autonoma di Trento del consumo di carburanti per le imprese in possesso di distributori di carburanti aziendali o di depositi temporanei in cantieri mobili. Alleghiamo alla presente comunicazione P.A.T. da leggere attentamente.

Il modulo da compilare è presente sul sito della Provincia Autonoma di Trento nella sezione carburanti/modulistica ai seguenti link:

PER IMPIANTI AD USO PRIVATO

http://www.modulistica.provincia.tn.it/modulnew.nsf/Modulo.xsp?openDocument&documentId=0F2738B880DE51D5C12579ED0028220F

PER IMPIANTI AD USO PRIVATO PRESSO CANTIERE TEMPORANEO MOBILE

http://www.modulistica.provincia.tn.it/modulnew.nsf/Modulo.xsp?openDocument&documentId=2A15A2E7B734AA7AC12579ED0028237B

Da quest’anno i moduli sono compilabili online. Si ricorda inoltre alle imprese in possesso di distributori di carburanti aziendali fissi o mobili che IN CASO DI VARIAZIONE DELLA RAGIONE SOCIALE O DELLA DENOMINAZIONE DEL TITOLARE c’è obbligo di comunicazione alla Provincia di Trento.

17.03.2016

Bando INAIL - ISI 2015

L’INAIL ha pubblicato il nuovo bando ISI 2015 che mette a disposizione la somma complessiva di euro 276.269.986,00 da ripartire su base regionale (in Trentino la somma di euro 2.400.000,00 circa) per finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura.

I finanziamenti vengono assegnati fino ad esaurimento dei fondi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo pari al 65% dell’investimento (fino ad un massimo di 130.000,00 euro e contributo minimo pari ad euro 5.000,00) viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto. Le domande vanno inserite direttamente nel portale on-line del sito Inail attraverso le credenziali già in possesso dell’impresa richiedente (se iscritta) o registrandosi nell’apposita sezione entro le ore 18.00 del 5 maggio 2016. Anche le fasi successive (inserimento dei codici identificativi dal 12 maggio 2016 ed invio tramite click-day) andranno gestite on-line.

______________________________________________________

L'agenzia delle entrate non risponde

 


Faidiconto

Cerca

Google

Per Lo Sport

Groupoffice





Utilità fax

Comunicazioni