Incentivi straordinari per l’assunzione a tempo indeterminato (delibera della Giunta provinciale n. 2089 d.d. 14/12/2020)

La P.A.T. all’interno del progetto RIPARTITRENTINO ha previsto dei contributi rivolti ai datori di lavoro non agricoli che dal 14 dicembre 2020 al 30 giugno 2021 abbiano assunto o assumano un lavoratore a tempo indeterminato o trasformino il rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato.La domanda va presenta entro le 12:00 del 31 dicembre 2021.

Tipologia di contratto agevolato

  • rapporto di lavoro a tempo indeterminato;
  • trasformazione di rapporto  di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato;
  • contratti di somministrazione a tempo indeterminato;

Il rapporto di lavoro agevolato deve aver avuto una durata di almeno sei mesi, alla data di presentazione della domanda.

Sono esclusi dall’agevolazione i contratti di apprendistato, i contratti di lavoro domestico, i contratti intermittenti.

Requisiti del datore di lavoro

  • deve avere la sede dell’unità produttiva in Provincia di Trento;
  • negli ultimi 5 anni non deve essere stato destinatario di verbali di accertamento in materia di lavoro, salute e sicurezza sul lavoro;
  • deve essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali e con la normativa del collocamento obbligatorio;

Sono esclusi dall’incentivo i datori di lavoro agricoli, coloro che alla data dell’assunzione abbiano personale che beneficia di ammortizzatori sociali (sono esclusi quelli con motivazione Covid 19), che nei sei mesi precedenti l’assunzione abbiano effettuato licenziamenti per GMO, che l’ assunzione violi il diritto di precedenza, che abbino già beneficiato di finanziamenti dell’Agenzia del Lavoro per il medesimo lavoratore.

Requisiti del lavoratore

  • il lavoratore deve risultare residente in Provincia di Trento;
  • i soggetti disabili devono essere iscritti agli elenchi della legge n. 68/1999;

Sono esclusi dall’agevolazione i titolari di pensione o che abbiano maturato i requisiti di pensione anticipata o di vecchiaia; coloro che abbiano avuto negli ultimi 6 mesi con il medesimo datore di lavoro un rapporto di lavoro a tempo indeterminato;  sia lo stesso datore di lavoro, il coniuge o il convivente o parente entro il secondo grado del datore di lavoro medesimo.

Ammontare del contributo

  • 4.000,00 euro per l’assunzione con rapporto di lavoro a tempo indeterminato o per la trasformazione da precedente rapporto a tempo determinato;
  • 6.000,00 euro per l’assunzione di donne o giovani con un’età tra i 15 anni compiuti e i 35 anni (fino al giorno antecedente al compimento del 36esimo anno di età) o per la trasformazione da precedente rapporto a tempo determinato;
  • 3.000,00 euro se l’assunzione è stata effettuata attraverso l’ Intervento 3.3.C per l’  inserimento lavorativo di persone con disabilità o in condizione di svantaggio;

Il contributo sarà riproporzionato per il rapporto di lavoro part time.

Il contributo è cumulabile con gli incentivi all’assunzione statali.

Obblighi del datore di lavoro

  • accettare i controlli da parte dell’Agenzia del Lavoro;
  • comunicare tempestivamente qualsiasi modificazione soggettiva o oggettiva rilevante ai fini della concessione e dell’erogazione dell’agevolazione;
  • il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli territoriali o aziendali;

In caso di violazione di uno dei succitati obblighi, l’Agenzia del Lavoro procede alla revoca del contributo.

La domanda di contributo, anche tramite un delegato, va presentata tramite la piattaforma online che sarà messa a disposizione prossimamente, entro le ore 12:00 del 31 dicembre 2021.

La domanda va presentata trascorsi 6 mesi dalla data di assunzione o dalla trasformazione.

I periodi di sospensione per cassa integrazione, congedo parentale e aspettative non retribuite superiori a 30 giorni continuativi, non vengono considerati ai fini del calcolo dei 6 mesi di assunzione quindi la domanda dovrà essere presentata solo dopo che il lavoratore abbia svolto 6 mesi effettivi di lavoro.

Lo Studio resta a disposizione per chiarimenti e indicazioni.

Studio ALB

Qui la circolare in PDF